Astrologia | Kabbalah Centre Italia

Astrologia

Astrologia

 

ASTROLOGIA

Non studiamo l'astrologia per imparare a fare l'oroscopo. Al contrario, lo scopo dell'astrologia cabalistica è di superare le influenze del cosmo e prendere il controllo delle nostre vite.

 

Il segno dello Zodiaco sotto il quale siamo nati ci trasmette tutte le caratteristiche, positive e negative, di cui avremo bisogno per effettuare la nostra trasformazione. Ma i segni dello Zodiaco non sono la causa dei tratti della nostra personalità, bensì l'effetto. Il karma, cioè il risultato delle azioni compiute nelle nostre vite precedenti, determina sotto quale segno dobbiamo nascere per acquisire i tratti e gli attributi necessari, che ci permetteranno di correggere e trasformare le precedenti azioni negative.

Lo Zodiaco è solo il meccanismo utilizzato dall'anima per assicurarsi che, alla nascita, le siano attribuite determinate qualità.

Il primo astrologo cabalista è stato il patriarca Abramo, circa 3800 anni fa. Egli scrisse un libro noto come Sefer Yetzira, il Libro della Formazione. Al suo interno vi sono custoditi tutti i segreti del cosmo, compresa la conoscenza dell'astrologia e della cosmologia.

Se approfondiamo l'astrologia kabalistica, troviamo subito una differenza significativa rispetto all'astrologia tradizionale: l'astrologia cabalistica utilizza calendari diversi. Mentre l'astrologia tradizionale si basa sul calendario solare o gregoriano, l'astrologia cabalistica utilizza il calendario ebraico, che tiene conto delle posizioni sia del sole che della luna.

Ogni mese possiamo prendere il controllo delle influenze astrologiche del mese. I Kabbalah Centre di tutto il mondo propongono i New Moon Connections (Connessioni del novilunio), che comprendono mediazioni e saggezza che ti insegnano a prendere il controllo della consapevolezza di quel mese.

Di seguito è presentata una breve panoramica di alcuni segreti contenuti in ogni mese. 

Per un approfondimento sul significato dell'astrologia cabalistica e su come possa trasformare completamente ogni aspetto della tua vita, ti consigliamo la lettura del libro Kabbalistic Astrology & the Meaning of Our Lives o di iscriverti alla nostra piattaforma di apprendimento online, Kabbalah University, alla sezione Introduzione all'astrologia cabalistica. 

 

Alcune informazioni sui segni:

 

Nissan (Ariete)   Iyar (Toro)   Sivan (Gemelli)   Tammuz (Cancro)
             
Av (Leone)   Elul (Vergine)   Tishrei (Bilancia)   Mar Chesvan (Scorpione)
             
Kislev (Sagittario)   Tevet (Capricorno)   Shevat (Acquario)   Adar (Pesci)

 

AriesNissan (Ariete)

L'Ariete è il primo segno di fuoco sia nel calendario lunare che in quello solare. Anche se nel calendario ebraico il capodanno è il primo giorno della festività di Rosh haShana, Nissan è di fatto il primo mese del calendario.

I nati sotto il segno dell'Ariete sono in genere forti, energici, vigorosi, innovativi, aggressivi, progressisti, attivisti e prepotenti. Quando si tratta di lottare, fanno di tutto per vincere, colpire il bersaglio per primi e sconfiggere il nemico.

Storicamente, il mese di Nissan segna l'esilio degli israeliti dall'Egitto, l'inizio del viaggio dalla schiavitù verso la salvezza e la libertà. Secondo la Kabbalah, questo mese ci dà la forza cosmica necessaria a liberarci da ogni tipo di limitazione o schiavitù.

Nissan ci consente di lasciare alle spalle i blocchi personali che ci impediscono di raggiungere la vera libertà in ogni aspetto della vita. La stessa energia che si è rivelata quando il popolo israelita ha lasciato l'Egitto si rivela ogni anno il 14 di Nissan, con la luna piena. Nissan è governato da Marte, il pianeta della guerra, che ci permette di dichiarare guerra ai conflitti delle nostre vite. Ci aiuta ad infondere per tutto l'anno la giusta consapevolezza in ogni zona di guerra, che sia tra popoli, persone o il nostro quotidiano conflitto interiore, la lotta tra il desiderio di ricevere solo per se stessi e il desiderio di condividere.

La possibilità di ridisegnare l'intero anno, di instaurare l'ordine al posto del caos, la libertà al posto della schiavitù, cade il 14 di Nissan, in un evento comunemente noto come "Seder". Ad ognuno di noi è stata data la forza di utilizzare questa finestra cosmica e uscire vittorioso dalla battaglia contro la negatività.

Torna su

 

TaurusIyar (Toro)

Il Toro è un segno fisso, governato da Venere (Noga, in ebraico) e dalle lettere dell'alfabeto ebraico Pe e Vav. L'energia interna del Toro è il fuoco, poiché è la colonna sinistra dei segni di terra. Essendo il Toro un segno di terra, i nati sotto di esso sono alla costante ricerca di una vita stabile e di sicurezza economica. In genere lavorano in proprio e ciò permette loro di controllare il proprio denaro e le proprietà. Il Toro ha un grande desiderio di acquistare proprietà, case, terreni e immobili per assecondare il suo bisogno di sicurezza. Il Toro è un capitalista convinto, geloso e possessivo riguardo le sue proprietà. Subirà spesso perdite economiche per imparare che la vita non deve essere governata dai beni materiali.

I nati sotto il segno del Toro hanno poteri curativi e il talento per essere medici, astrologi, artisti, cuochi, cantanti e, ovviamente, uomini d'affari. Il nome del mese in ebraico è Iyar, che significa "Ani Hashem Rofecha", "Io sono Dio, il tuo Guaritore". Nel corso di questo mese abbiamo la possibilità di avviare i processi di guarigione. I segni che vanno più d'accordo con il Toro sono i segni d'acqua, Pesci, Cancro e Scorpione, o i segni di terra, Vergine e Capricorno.

Il Toro è associato alla tiroide e al collo ed è conosciuto principalmente per la sua ostinata testardaggine.

L'intero mese di Iyar cade nel periodo della Sefirat Ha'omer (il conteggio dell'Omer). Durante questo periodo si contano i 49 giorni tra Pesach (la Pasqua ebraica) e Shavuot, e ogni giorno ci viene data la possibilità di correggere ciò che di negativo abbiamo fatto in passato. I 49 giorni rappresentano 49 diversi livelli di negatività, che culminano nella rivelazione sul Monte Sinai e l'immortalità, raggiunta nella Shavuot. Poiché il mese di Iyar cade sempre durante l'Omer, è un periodo di scarsa energia. È un periodo in cui possiamo meritare la Luce che abbiamo ricevuto nella Pesach e prepararci ad essere liberi da ogni forma di morte e fine, nelle relazioni, negli affari, nella salute e in tutti gli aspetti della vita.

Torna su

 

GeminiSivan (Gemelli)

Sivan è il terzo mese dell'anno (lunare) ebraico ed è la colonna centrale dei segni d'aria.

Il pianeta che lo governa è Mercurio, Kochav in ebraico. Il valore numerico di Kochav è dato dalle lettere dell'alfabeto ebraico Kaf Vav = 26 (il tetragramma Yod He Vav He) e Kaf Bet = 22, che insieme formano la combinazione più potente ed energica.

Mercurio è il pianeta della comunicazione, possiede cioè le capacità di un cavo elettrico, di un cavo telefonico, di un insegnante, di un consigliere, di un narratore, praticamente di tutto ciò che è in grado di trasmettere informazioni da un punto a ad un punto b.

La lettera (Zayn) ha creato il segno dei Gemelli e la lettera (Reš) ha creato Mercurio. Messe insieme queste due lettere formano la parola Raz, il cui valore numerico è 207, lo stesso della Luce (Or). In ebraico, Raz significa anche segreto (sod).

Durante il mese di Sivan, nel cosmo sono stati rivelati molti segreti. Sivan è noto come il mese della "Matan Torah, la donazione della Torah". Il sesto giorno del mese, la festività di Shavuot, è il giorno cosmico in cui finisce il conteggio dell'Omer ed è l'ultimo dei 49 giorni che abbiamo iniziato a contare il primo giorno di Pesach. Quando la meravigliosa luce di libertà è stata rivelata nella Pesach, essa ci è stata donata senza nessuno sforzo da parte nostra. Ecco perché contiamo l'Omer; per costruire vasi, correggendo quelle azioni che ci impediscono di scorgere la Luce. Nel cinquantesimo giorno dopo la Pesach, raggiungiamo il livello di Binah. In questo giorno si rivela un'incredibile quantità di luce, poiché coincide con l'anniversario di quando il mondo ha ricevuto la Torah. L'energia di Zeir Anpin, la Luce infinita di "bila hamavet lanetzach", quando la morte è stata inghiottita per sempre, che ha portato all'immortalità. Nella Shavuot, si rivela ogni anno quella stessa energia di immortalità. L'Ari dice che chiunque rimanga sveglio nella Shavuot, impegnato nello studio dello Zohar, si guadagna completa protezione e sicurezza fino a Rosh haShana.

I nati sotto il segno dei Gemelli sono intellettuali infinitamente curiosi che desiderano conoscere ogni cosa e raccogliere informazioni di ogni tipo. Questo perché la conoscenza è forza e più informazioni raccogliamo oggi, più sarà facile prendere decisioni in futuro. L'esigenza che hanno i Gemelli di raccogliere informazioni gli consente di distinguere il bene dal male, ciò che è giusto da ciò che è sbagliato. Così si spiega la tendenza dei Gemelli a saltare da un argomento all'altro e perché, ovviamente, abbiano molte domande, dubbi e incertezze. Il risultato è la loro riluttanza a prendere qualsiasi tipo di impegno.

La soluzione per superare questo ostacolo è trovare un maestro, qualcuno in grado di rispondere in modo soddisfacente a tutte le domande. In questo modo, i Gemelli potranno concentrarsi su un solo scopo, un solo Dio, e avranno maggiori possibilità di ottenere certezze. Non c'è maestro migliore di un Gemelli pieno di certezze. Poiché i Gemelli sono un segno di comunicazione, può essere il canale perfetto attraverso il quale imparare, comprendere e insegnare. I Gemelli sono nati per fare da canale per il maggior numero di persone possibile, in particolare per chi ha smarrito la via, e per aiutare gli altri a raggiungere le proprie certezze.

Il dualismo dei Gemelli si riscontra in ogni aspetto della vita. Essi hanno la capacità di svolgere più compiti allo stesso tempo ma anche difficoltà nell'impegnarsi nelle relazioni con gli altri. Non riescono ad essere fedeli ad un solo partito politico (sono come il servo di due padroni) e cambiano spesso umore, così come il vento cambia direzione e intensità. Ecco perché i Gemelli possono sembrare ogni giorno una persona diversa.

Torna su

 
 

CancerTammuz (Cancro)

Tammuz è uno dei tre mesi negativi dell'anno, Tevet, Tammuz e Av. Nel mese di Tevet, iniziò l'assedio di Gerusalemme, nel mese di Tammuz furono violate le mura di Gerusalemme e nel mese di Av furono distrutti entrambi i templi sacri di Gerusalemme. La Kabbalah ci insegna che gli avvenimenti storici sono il risultato di processi ciclici di energia che hanno luogo durante l'anno e non di eventi fisici. Perciò, considerando il periodo in cui si è verificato ogni avvenimento storico, possiamo comprendere meglio perché è accaduto.

Tammuz è governato dalla Luna. L'astrologia cabalistica si basa su sette astri: il Sole, la Luna, Mercurio, Venere, Giove, Saturno e Marte. Ogni astro governa due segni, tranne il Sole, che governa solo il Leone (Av), e la Luna, che governa solo il Cancro (Tammuz).

Marte governa l'Ariete (fuoco) e lo Scorpione (acqua)
Venere governa il Toro (terra) e la Bilancia (aria)
Mercurio governa i Gemelli (aria) e la Vergine (terra)
Giove governa il Sagittario (fuoco) ed i Pesci (acqua)
Saturno governa il Capricorno (terra) e l'Acquario (aria)
la Luna governa il Cancro (acqua)
il Sole governa il Leone (fuoco)

Poiché il sole e la luna governano un solo segno, ognuno di questi mesi è caratterizzato da instabilità. Questa instabilità è il motivo per cui il granchio, simbolo del mese di Tammuz, si muove lateralmente, invece che in avanti e indietro. Nel mese di Tammuz, inoltre, è più probabile contrarre il cancro, ed è l'unico mese a cui è stato dato il nome di una malattia.

Il 17 di Tammuz, Mosè discese dal Monte Sinai con le Tavole della Legge, portando all'umanità il potere e l'energia dell'immortalità. Gli israeliti e la moltitudine di non ebrei, però, aspettavano con impazienza che Mosè discendesse dal Monte Sinai e costruirono il Vitello d'oro, alla cui vista Mosè distrusse le Tavole. Questo momento è stato segnato dallo scontro di due energie: il potere dell'immortalità e il caos, che ha generato sofferenza, depressione e morte.

L'avvenimento storico della breccia nelle mura di Gerusalemme, avvenuto il 17 di Tammuz, è semplicemente una dimostrazione dell'incompatibilità tra il potenziale del vaso spirituale e la realtà del desiderio di ricevere solo per se stessi.

Se non ci sforziamo di amare il prossimo come noi stessi, in fondo scegliamo il Vitello d'oro e, allo stesso modo, causiamo il crollo delle nostre mura e l'inizio della distruzione in vari aspetti della vita.

Sartan (italiano: Cancro) è una parola aramaica composta da due parti: Sar, che significa eliminare e purificare tutta la negatività, e Tan, che significa caos, odio, ostilità e ogni altra forma di negatività. Il potere del mese del Cancro è di eliminare dalle nostre vite tutti i problemi o le situazioni negative che possono causare questa malattia.

Secondo il Libro della Formazione di Avraham Avinu, il mese del Cancro è stato creato dalle lettere dell'alfabeto ebraico Chet (che ha creato Tammuz) e Taf (che ha creato la Luna). La luna è diversa da ogni altro corpo celeste perché, pur cambiando ogni giorno posizione, rimane sempre visibile. Inizia ogni mese lunare quando ha la forma di una sottile falce e raggiunge il pieno splendore il quindicesimo giorno. Dalla fine del quindicesimo giorno, la sua luce comincia a scemare e il ciclo si ripete ogni mese.

Ciò spiega la grande sensibilità dei nati sotto il segno del Cancro. Sembra che abbiano bisogno di più amore dei nati sotto gli altri segni. Ogni volta che la luna è in fase calante, sentono che manca loro qualcosa e ciò li porta a deprimersi. Il rimedio per questi momenti di depressione è prendersi cura degli altri, condividere, amare e donare. Inoltre, devono impegnarsi a fondo per staccarsi dal passato e superare i risentimenti e le ferite. È l'unico modo che hanno per trovare davvero felicità e amore.

Sono persone molto casalinghe. Il loro motto è "la mia casa è la mia fortezza" e sono molto legati alla famiglia e alla casa. Amano la storia e l'archeologia e tutto ciò che ricorda loro il passato. Hanno lo stomaco sensibile, poiché è la parte del corpo che trattiene la tensione e i problemi emotivi irrisolti.

Torna su

 

 

LeoAv (Leone)

Av è uno dei tre mesi più negativi dell'anno. Gli altri due sono Tevet (Capricorno), perché è governato da Saturno, un pianeta di giudizi severi, e Tammuz (Cancro) perché è governato dalla luna.

Av, il segno del Leone, è governato dal sole ed è la colonna sinistra dei segni di fuoco. Ciò indica un ulteriore influsso del fuoco che è evidente nei giudizi e nel bruciare e consumare fuoco senza criterio. Ecco il motivo per cui percepiamo eventi opposti, alcuni negativi, altri positivi. Nel Libro della Formazione è scritto che la lettera Tet ha creato il Leone e la lettera Kaf ha creato il sole. Mettendole insieme, si ottiene la combinazione di energia che controlla il mese di Av e il Leone.

Al centro del nostro sistema solare, il sole dona a ogni pianeta luce, calore e vita e senza di esso non esisterebbe la vita organica.

Il Leone è famoso (o tristemente famoso) per comportarsi come il sole. I suoi marchi di fabbrica sono il comando, la determinazione, il controllo e il potere e, al pieno del suo vigore, questa combinazione rischia di alimentare l'ego e l'orgoglio. I nati sotto il segno del Leone tendono facilmente a sentirsi come re. L'unico controllo che abbiamo è il controllo di noi stessi. Tutti i sentimenti dell'ego, di orgoglio e di superiorità possono solo impedirci di aiutare gli altri, e ciò non è mai positivo.

Il mese di Av è noto per i moltissimi eventi negativi accaduti nel corso della storia in questo periodo: l'Inquisizione spagnola, la firma della soluzione finale di Hitler e la distruzione di entrambi i Templi Sacri di Gerusalemme, avvenuti tutti il 9 di Av.

Il numero nove, rappresentato dalla lettera dell'alfabeto ebraico Tet, ci connette con Sefirah Yessod, che manifesta tutta l'energia raccolta dalle più alte emanazioni luminose. Gerusalemme era e rimane il centro dell'energia del mondo. Quando il popolo d'Israele, ed in particolare gli abitanti di Gerusalemme, scelsero di non comportarsi con dignità umana gli uni con gli altri e questa energia fu creata ed accumulata in Yessod, essa ha dovuto manifestarsi e ciò accadde in un'esplosione di negatività il 9 di Av, in un corto circuito mortale.

Il 9 di Av è un giorno di digiuno, non a causa della distruzione dei due Templi, ma perché è un giorno che attira le calamità. Quando non c'è unità o un minimo di dignità umana tra le persone, questa energia negativa si accumula e culmina nel 9 di Av. Qual è la soluzione? Un cambiamento di coscienza e di comportamento. È molto facile puntare il dito sugli altri o biasimarli, ma è più difficile trasformare se stessi, modificare il proprio atteggiamento, essere pazienti, perdonare ed amare. Se ognuno di noi si sentisse come una bomba ad orologeria ed ogni azione egoistica innescasse il detonatore, agiremmo ed useremmo le parole con molta più prudenza. Il 9 di Av è un giorno di distruzione ma, allo stesso tempo, segna la nascita del Messia. Proprio dove alberga la più profonda oscurità vi è la più grande possibilità di scoprire un'immensa luce, ma tutto dipende dalle nostre azioni.

Per alleggerire il giudizio su questo mese, dobbiamo considerare due eventi molto positivi: 

IL 5 DI AV - anniversario della morte di Rav Isaac Luria (l'Ari). Egli ha scelto di morire il giorno 5, che rappresenta l'emanazione luminosa di Hod, per trasformare daveh (povero e debole) in Hod. La morte dell'Ari, che non rappresenta una vera e propria morte fisica, ci offre la possibilità di connetterci alla grandiosa luce attraverso lo studio dei suoi scritti, durante quella notte. 

IL 15 DI AV - il giorno più felice dell'anno. In questo giorno, sia il sole che la luna sono pieni. Il sole, Zeir Anpin, il polo positivo, rappresenta l'aspetto maschile del cosmo. La luna, Malchut, il polo negativo, rappresenta l'aspetto femminile del cosmo. Quando la luna riflette la luce del sole, riceviamo il potere di restituire luce, la forza di donare, di prendersi cura e di amare incondizionatamente. Ecco perché secondo i saggi è il giorno più felice dell'anno, e questo raro evento cosmico ci consente di trovare l'anima gemella. Il sole e la luna sono in armonia durante questo giorno e le nostre vite possono beneficiare di questa cooperazione.

Torna su

 

 

VirgoElul (Vergine)

Il mese di Elul segna la fine dell'anno lunare. Questo mese corrisponde alla Vergine, segno di terra governato da Mercurio. La Vergine è un segno caratterizzato da senso pratico, amore per il lavoro e desiderio di essere utili agli altri. I nati in questo mese sentono il bisogno di raggiungere la sicurezza economica attraverso il lavoro e di essere utili alla società.

Hanno successo nei lavori utili alla comunità, come medici, infermieri o in qualsiasi professione che riguarda la cura del corpo e dell'anima; come assistenti sociali, tecnici della manutenzione, banchieri, contabili e nel campo della bellezza e della moda.

La fine dell'anno lunare esprime il bisogno della Vergine di valutare e criticare le proprie azioni, come un uomo d'affari che revisiona il bilancio di fine anno, i profitti e le perdite. Ecco perché la Vergine è così critica.

È facile criticare e vedere cosa c'è di sbagliato negli altri ma è più difficile criticare se stessi ed è questa la vera lezione che la Vergine dovrebbe imparare.

Quando si completerà la trasformazione della Vergine? Quando imparerà ad amare, rispettare ed accettare gli altri così come sono, senza criticarli, giudicarli o tentare di convertirli alle proprie idee.

Quando la Vergine riuscirà ad amare in modo totalmente incondizionato, avrà completato la sua trasformazione.

In ebraico, Mercurio si dice Kochav. In numerologia, il valore è Kaf più Vav = 26 = Yod He Vav He più Kaf Vet = 22 = le 22 lettere dell'alfabeto ebraico e ciò indica che Mercurio è un pianeta di comunicazione.

Da un punto di vista finanziario non è un mese facile. È un mese di grandi cambiamenti, si può sentire il bisogno di nuove iniziative imprenditoriali, diverse ma con una nuova consapevolezza. Si possono intraprendere rapporti d'affari internazionali.

È un mese che spinge all'emigrazione; in molti sentono la necessità di lasciare il proprio paese d'origine in cerca di fortuna e per dare una svolta alla loro vita.

Nelle relazioni con gli altri ci sono più incontri e rapporti internazionali, il che equivale a una maggiore apertura verso la conoscenza di gente di nazionalità diversa e verso il distacco dal nucleo familiare.

C'è grande propensione ad ampliare il vaso metafisico per comprendere meglio, attraverso l'interpretazione cabalistica, il senso della vita, sul piano personale e generale.

Torna su

 

 

LibraTishrei (Bilancia)

Tishri è il segno della Bilancia, il settimo mese della ruota astrologica, che inizia con Nissan, il segno dell'Ariete. La parola ebraica per Bilancia è Mozna’aim e si riferisce alla bilancia su cui si pesa la frutta, la verdura o qualsiasi altra cosa. In passato sui piatti della bilancia venivano messi gli oggetti da pesare su un lato e delle pietre, utilizzate come unità di misura, sull'altro. Oggi si utilizzano bilance digitali e si è perso questo effetto visivo.

Ad ogni modo, l'idea di bilancia si basa sul prendere due cose diverse e controllarne la differenza. Durante Rosh haShana questa azione metafisica viene compiuta quando vengono pesate tutte le nostre azioni, sia quelle buone che quelle cattive. Le bilance vengono esaminate e si decide chi vivrà e chi morirà, chi sarà ricco e chi sarà povero, in base a come pende la bilancia.

Il mese di Tishri è stato creato dalla lettera Lamed. È una lettera molto speciale poiché è la più alta dell'alfabeto ebraico. La lettera Lamed è composta da due triangoli, superiore e inferiore, e mostra, come spiega Rav Berg, come trovare equilibrio con l'universo parallelo. Anche se noi viviamo in un mondo fisico, il vero mondo è quello metafisico. La bilancia ci aiuta a mettere in collegamento e fondere i due mondi.

Lamed è la lettera dell'apprendimento ed è per questo che i nati sotto il segno della Bilancia sono, in genere, degli intellettuali e hanno un grande desiderio di studiare, imparare, conoscere e comprendere.

Il segno della Bilancia è governato da Venere. È il pianeta che governa l'amore, le coppie, il denaro e l'arte. I nati sotto il segno della Bilancia sono persone romantiche, sensibili, affettuose e hanno successo negli affari. Amano l'estetica, la musica e le arti visive.

Noga (Venere) è stata creata dalla lettera dell'alfabeto ebraico Pe. Le lettere Pe e Lamed, messe insieme, formano la lettera del segno della Bilancia.

La Bilancia ha la tendenza ad accontentare il mondo intero e, qualche volta, perde il suo tipico equilibrio per la troppa generosità. Deve imparare a dire di no, di tanto in tanto. Ha uno spiccato senso per gli affari. Venere governa il denaro ed è per questo che la Bilancia deve imparare a fare beneficenza, piccole o grandi donazioni, per infondere positività nel denaro e attribuirgli il giusto valore.

I primi dieci giorni della Bilancia sono i cosiddetti Dieci giorni del pentimento, l'ultimo dei quali è Yom Kippur, il giorno dell'espiazione, che è il giorno del giudizio. Pentimento, preghiera e carità possono neutralizzare ogni negatività.

Dal punto di vista astrologico, cosa succede durante questo mese?

Il sole e la luna sono entrambi nella Vergine, la settima casa, la casa della Bilancia. Non c'è dubbio che si tratta di un vero e proprio periodo di svolta. Sta per avvenire un cambiamento. La mappa astrologica sottolinea il bisogno di cambiamento, che significa avvicinarsi a un nuovo inizio.

La capacità critica è nell'aria ed è accentuata la capacità di vedere cos'è sbagliato, cosa non funziona in ambito professionale ma anche nella vita personale e matrimoniale; c'è bisogno di un bell'esame di coscienza, per guardarsi dentro e vedere cosa c'è da cambiare.

A causa della pressione cosmica, c'è un insolito bisogno di assumersi nuove responsabilità, che porteranno ad impegnarsi per tutto l'anno in vari campi. Apriti a nuove idee e sii flessibile. Osserverai giochi di potere e pressioni psicologiche in campo lavorativo e nella sfera privata. Non sentirti minacciato.

Mercurio influenza non solo questo mese, ma mantiene la sua influenza per tutto l'anno a venire. Quando Mercurio è nella Bilancia, ci mette in una prospettiva molto positiva e ci permette di vivere degli splendidi rapporti pieni di amore e comprensione. Ascolta e accetta gli altri aprendo il cuore e la mente. Attraverso questa apertura, diamo vita ad un'energia positiva e intellettuale che influenzerà gli eventi nella vita sociale di questo mese. Anche il mondo della tecnologia ne sarà influenzato. Una maggiore conoscenza e il consolidamento delle relazioni sentimentali e familiari creano un forte vaso per l'esistenza personale e collettiva. Ognuno di noi ha la responsabilità di capire (la parola capire, להבין in ebraico, ha la stessa radice di Binah בינה) che siamo tutti come chicchi di grano. Ogni chicco, messo sulla bilancia cosmica, può farla pendere a destra o sinistra, verso la vita o, Dio non voglia, verso la morte.

Torna su

 
 

ScorpioMar Cheshvan (Scorpione)

Il mese astrologico dello Scorpione, o Mar-Cheshvan (Cheshvan l'amaro) in ebraico, è la colonna sinistra dei segni d'acqua ed è governato da Marte (Ma'adim) e Plutone.

Secondo il Libro della Formazione, nel sistema solare ci sono sette pianeti. Nel secolo scorso, sono stati scoperti tre nuovi pianeti e da qui l'influenza di Plutone sul segno dello Scorpione.

Tutti i segni d'acqua sono emotivi, ma lo Scorpione è particolarmente irrazionale quando si tratta delle proprie emozioni. Porta tutto all'estremo, sia in senso positivo che negativo. Per lo Scorpione è tutto bianco o nero, non esistono vie di mezzo. Chi non è suo amico è considerato automaticamente un nemico, e trattato come tale.

Poiché è la colonna sinistra dei segni d'acqua, lo Scorpione ha un incredibile desiderio di potere e controllo, che cerca ad ogni costo di raggiungere. Non è titubante, non esita e va per la sua strada con grande grinta e determinazione, a volte con una forza e una violenza esagerate. Marte, che governa il mese dello Scorpione, è il pianeta e il dio greco della guerra, e fa dello Scorpione un guerriero guidato dall'impulso di eliminare il nemico, senza badare alle conseguenze che ciò può avere sugli altri.

Plutone governa la vita e la morte, ma anche la forza e l'energia del seme che, nel migliore dei casi, dà luogo ad una nuova vita. Trasmette anche allo Scorpione profondi desideri sessuali che derivano dall'impulso di propagare il genere umano. Nel desiderio di essere fertile e moltiplicarsi, lo Scorpione può spingersi fino a compromettere i suoi organi sessuali e riproduttivi, causando impotenza, sterilità e cancro.

Lo Scorpione è un segno fisso, perciò non ama i cambiamenti e vuole tenere sotto stretto controllo la sua vita e quella di chi gli sta vicino. La sua più grande paura è perdere il controllo.

Nel mondo degli estremi dello Scorpione, l'amore è tutto. Se l'amore dello Scorpione non è ricambiato, può trasformarsi in odio. Molto difficilmente lo Scorpione perdona e dimentica. Lo Scorpione non si fermerà finché non si sarà vendicato dell'amico che lo ha tradito e deluso. È la Tikun (riparazione) più difficile dello Scorpione, trovare la colonna centrale, controllare il desiderio di vendetta e vivere, amare e lasciarsi andare.

Il mese è conosciuto come Mar-Cheshvan, che in ebraico significa Cheshvan l'amaro, ma può trasformarsi anche in Ram Cheshvan (Cheshvan l'elevato). Il nostro compito, per tutto il mese, è di trasformare ciò che è amaro in dolce e ciò che è maschino in nobile. Per compiere questa trasformazione occorrono forte consapevolezza e autocontrollo. Non è facile rendere le forze oscure completamente innocue.

Lo Scorpione è molto abile negli affari. Ama il denaro perché è fonte di controllo e potere. I nati sotto questo segno sono bravi politici, medici, fisiologi, astrologi e finanzieri. Possiedono straordinarie capacità e intuizione metafisica e poteri spirituali e mistici molto forti. Se lo Scorpione prende una cattiva strada, può diventare uno dei membri più letali e spietati della mafia.

Il Diluvio universale avvenne nel mese di Cheshvan. Ai tempi di Noè la corruzione dilagava e Dio non trovò altro modo che distruggere la civiltà con un'inondazione. Solo Noè, la sua famiglia e un maschio e una femmina di ogni specie animale terrestre si rifugiarono sull'Arca e si salvarono.

In genere Cheshvan è un mese pieno di energia negativa. È l'unico mese privo di festività, il che lo rende un ottimo periodo per concentrarci su ciò in cui abbiamo sbagliato, sui risentimenti che nutriamo, sui rancori che ancora serbiamo.

Se superiamo la naturale tendenza alla vendetta, a farci giustizia da soli, a dare agli altri ciò che "si meritano" e diffondiamo più Luce nel mondo, possiamo sperare di sopravvivere a questo mese incerto. Secondo Rav Berg, la guerra contro l'oscurità non si combatte con le armi e l'artiglieria ma accendendo quante più candele è possibile. Più Luce diffondiamo nel mondo, più oscurità sradichiamo, perché non può esserci oscurità laddove c'è Luce.

Torna su

 
 

SagittariusKislev (Sagittario)

Kislev è il segno del Sagittario. È la colonna centrale dei segni di fuoco, governato da Giove, Tzedek in ebraico, e dalle lettere Samekh e Gimel. La lettera Samekh ha creato il segno del Sagittario. Samekh deriva dalla frase Somekh noflim (sostenere i caduti). Nello Zohar, nell'articolo intitolato "la lettera di Rav Hamnuna Saba (il maggiore)", è scritto che le lettere dell'alfabeto ebraico si presentarono davanti al Creatore per chiedere che il mondo fosse creato a partire da ognuna di loro. Quando la lettera Samekh si presentò davanti al Creatore, Egli le disse di tornare al suo posto, dopo la lettera Nun e di aiutarla a non cadere. Ed ecco come si ottiene la parola nes (miracolo). La lettera Nun ha creato il segno dello Scorpione, sotto il quale avvenne il Diluvio, dopo la quale Dio fece comparire nel cielo l'arcobaleno, come auspicio che non se ne verificassero altri.

In ebraico, Sagittario si dice Keshet, cioè arcobaleno. L'arcobaleno nel cielo è un auspicio tra Dio e Noè che nessun'altra inondazione avrebbe più distrutto la terra. Keshet è rappresentato dal centauro, la figura mitologica metà uomo e metà cavallo, che va a caccia con arco e freccia.

La lettera Gimel ha creato Giove, che governa l'espansione e la capacità di espandere i vasi metafisici. Giove rappresenta il desiderio di imparare e conoscere e le discipline della scienza, la biologia, l'istruzione, l'arte e la musica. Il Sagittario è un ottimista nato; per lui va sempre tutto bene, nel miglior modo possibile. Il Sagittario è convinto che ogni problema può essere risolto e fa tutto il possibile per riuscirci.

I nati sotto questo segno sono inclini all'eccessivo ottimismo, all'esagerazione, alla derisione, all'azzardo e alla superficialità. Sono ottimi filosofi, insegnanti, educatori, amanti, comunicatori e amici. Amano viaggiare, la propria libertà e i loro spazi, esplorare il mondo e studiare il comportamento umano, la cultura e la religione. Condividono il loro sapere con chiunque lo voglia. Amano la vita e da bambini possono essere dei monelli.

Poiché il Sagittario è la colonna centrale (elemento d'aria) dei segni di fuoco, subisce anche l'influsso dell'aria. Poiché l'aria alimenta il fuoco facendolo crescere ed espandere, il Sagittario può essere un canale (istruttore, insegnante, venditore) o eccellere in qualsiasi altro lavoro che si basa sulla comunicazione e che abbina la conoscenza all'umanità.

Al Sagittario piace l'avventura e ciò lo rende un ottimo autista, corridore e pilota. Ama lo sport e sfida il destino prendendo rischi inutili. Fa tutto su vasta scala, con l'aiuto di Giove, che alimenta il suo sforzo nel campo degli affari, sociale e sentimentale.

I giorni più importanti del mese di Kislev sono quelli della festività di Chanukkà, che inizia il 24 di Kislev e termina il 2 di Tevet. Durante Chanukkà si accendono le candele per ricordare il miracolo avvenuto al tempo degli Asmonei, quando una quantità di olio d'oliva sufficiente ad illuminare il Tempio Sacro di Gerusalemme per un solo giorno, bruciò invece per otto giorni. Quest'incredibile esempio di "dominio della mente sulla materia" è avvenuto grazie alle due lettere che controllano il mese; Gimel, che deriva da Gomel Dalim (fare beneficenza ai poveri) e Samekh, che ha creato il mese di Kislev. Queste condizioni, insieme al comportamento metafisico degli Asmodei, hanno compiuto il miracolo avvenuto 2000 anni fa. Ogni 24 di Kislev si verificano quelle stesse condizioni. Questa energia si diffonde per altri otto giorni, purché ci connettiamo ad essa per mezzo delle candele di Chanukkà, e ci consente di realizzare miracoli straordinari nelle nostre vite. Il potere dei miracoli esiste e possiamo utilizzarlo ogni giorno dell'anno. Dobbiamo semplicemente accendere le candele e meditare in modo appropriato, mettendo in moto il sistema metafisico dei miracoli nelle nostre vite.

Torna su

 
 

CapricornTevet (Capricorno)

Il mese di Tevet e il segno del Capricorno sono governati entrambi da Saturno. Saturno garantisce la giustizia nel cosmo, dando ad ognuno di noi esattamente ciò che si merita. Ecco perché Saturno si è guadagnato una così cattiva fama tra gli astrologi. Il Libro della Formazione, scritto più di 4000 anni fa dal patriarca Abramo, indica in Saturno il responsabile di disturbi emotivi, malattie, morte, prigioni, miseria, disonore, vergogna e molti altri ostacoli che tormentano le nostre vite.

Il Capricorno è un segno di terra ed è molto legato al mondo materiale. I nati in questo mese hanno un grande bisogno di sicurezza economica. Credono solo in quello che percepiscono attraverso i cinque sensi e non riescono ad andare oltre l'apparenza. Il Capricorno è la colonna destra dei segni di terra, pertanto la sua energia interna è l'acqua. Per questo il Capricorno ha un carattere altruista e premuroso.

Il Capricorno è desideroso di formare una famiglia e ha un profondo legame con la casa. I nati sotto questo segno sono persone che si occupano molto degli altri e perciò spesso possono perdere fiducia nella forza della Luce perché si lasciano controllare facilmente dalle forze fisiche. Hanno paura del futuro e della possibile mancanza di mezzi di sostentamento. Queste paure impediscono a molti di loro di accrescere la propria spiritualità.

In genere, sono affidabili, responsabili, affettuosi, parsimoniosi e puntuali. Dopo tutto, il tempo è denaro! Sono ottimi uomini d'affari, contabili, ingegneri, avvocati e portati per ogni lavoro che prevede disciplina, dal vigile che fa attraversare i pedoni al sergente istruttore.

Secondo il Libro della Formazione, le lettere ebraiche che governano il mese sono Ayin e Bet. La lettera Ayin ha creato il Capricorno e la lettera Bet ha creato Saturno. L'unione di Ayin e Bet raggiunge il livello di Chochmah quando si pronuncia il tetragramma Yod He Vav He e il Capricorno possiede questa saggezza perché il desiderio originale di Saturno è di raggiungere la Luce.

Il Capricorno è uno dei tre mesi più difficili dell'anno ma, grazie alla festività di Chanukkà, che si prolunga fino al 2 di Tevet, possiamo ricevere un'iniezione di forza da parte della Luce che può sostenerci per tutto il mese.

Torna su

 
 

AquariusShevat (Acquario)

Il mese di Shevat è legato al segno d'aria dell'Acquario. È il terzo dei tre segni d'aria: Gemelli, Bilancia e Acquario. L'Acquario è la colonna sinistra dei tre segni. È governato da due pianeti. Secondo l'astrologia antica è governato da Saturno, secondo quella moderna da Urano, scoperto dall'astronomo William Hershel il 13 marzo 1781. 

Saturno, il settimo pianeta del sistema solare, è il pianeta del giudizio, dell'ordine, della responsabilità, della disciplina e della legge. Urano è l'ottavo pianeta del sistema solare, quello che infrange la prossimità e i limiti del numero sette: sette giorni, settimo giorno, sette colori, sette note e così via.

Urano ci porta oltre i limiti, verso una nuova coscienza e nuove idee. Ecco perché l'era dell'Acquario e il mese dell'Acquario sono considerati periodi di cambiamento. Entrambi sono periodi di nuova conoscenza, scoperte, umanità, desiderio di aiutare, capire e sostenere i bisognosi.

Inoltre, l'energia di Urano ci unisce all'elemento dell'aria, con intellettualismo, innovazioni e nuove idee che porteranno il mondo ad un livello più elevato di coscienza.

L'Acquario è ribelle per natura in quanto si pone continuamente profonde domande riguardo la propria individualità, originalità e identità. Ecco perché si batte per infrangere i limiti. Per l'Acquario, il passato è effimero e quindi si distacca da esso per scoprire una realtà nuova e sconosciuta, una nuova verità che si adatta al presente. Il periodo di rivoluzione di Urano intorno al sole è di 84 anni, il che spiega la crisi di mezza età che colpisce gli uomini a 40-42 anni. È proprio dell'Acquario quando iniziamo a chiederci qual è lo scopo della nostra vita e a fare progetti per i successivi 40 anni.

I nati sotto il segno dell'Acquario sono ottimi tecnici informatici, scienziati e assistenti sociali. Si sviluppano facendo tutto ciò che è rivoluzionario, soprattutto quando si tratta di rivoluzione politico-sociale.

 

L'era dell'Acquario

Secondo i cabalisti, l'era dell'Acquario è iniziata circa 400 anni fa ed è considerata l'era della rivelazione o della redenzione. Perché l'Acquario, o Shevat secondo il calendario ebraico, simboleggia la redenzione? Perché l'Acquario percepisce il mondo come un'entità unica e per i cabalisti questa è la base per la vera redenzione. La redenzione ha luogo quando viene rimossa tutta la negatività e quando l'umanità è libera dal male e dalle divisioni. Grazie al suo elevato livello di coscienza, l'Acquario è direttamente legato a questo momento di redenzione.

L'Acquario è unico... Si distingue dalla massa e non può essere ignorato. I nati sotto questo segno da bambini promettono molto e da adulti sono idealisti che lottano per cambiare il mondo promuovendo idee originali. Sono ribelli e il loro interesse è il benessere dell'intera umanità. Si ribellano contro il conformismo cercando sempre di trovare un modo nuovo e migliore di risolvere i problemi del mondo.

Anche se cercano giustizia per ogni cosa, non lo fanno a scopo personale ma per l'intera umanità. Sostengono tutto ciò che è grandioso e nobile ma sono insensibili a chi soffre vicino a loro. Spesso mancano di senso pratico e sono profondamente indipendenti e riservati. Il desiderio di originalità li fa distinguere dalla massa. Nonostante il senso di amicizia e la loro apertura mentale, sono il segno più testardo. Rifiutano tutte le strutture convenzionali e lottano per conservare la loro individualità e libertà per mettere in pratica le proprie idee innovative. Odiano ogni tipo di reclusione.

Eppure l'ostacolo più difficile da affrontare è molto spesso il loro stesso ego. Anche quando iniziano a produrre cambiamenti nelle loro vite, non riescono ad andare in profondità perché si concentrano sempre sugli altri.

L' Acquario ha il potere di infrangere i limiti del mondo fisico. Ma per rivelare questo potere deve controllare gli aspetti della propria natura che ne ostacolano l'attuazione. L'Acquario è in grado di aiutare l'umanità finché le sue idee non diventano più importanti della causa stessa. La vera spiritualità sta nel far parte dell'umanità e non esserne al di sopra. Purtroppo, l'Acquario ha in genere una così alta opinione di sé, che imporre le proprie idee diventa il suo unico obiettivo. L'Acquario deve mettere da parte l'orgoglio e comprendere che le sue capacità devono servire solo a portare nel mondo una certa forza. Deve limitarsi a canalizzare questa energia e non è autorizzato a cercare la gloria personale.

L'Acquario, e chi sta per essere influenzato dalla sua energia cosmica, può raggiungere la consapevolezza di una realtà cosmica e sentirsi responsabile per l'intera umanità. Può conoscere la vera amicizia e forse anche la fratellanza universale. L'Acquario ha la forza per questo compito ed essa deriva dalle vite precedenti. Può vivere un'avventura unica ed eccezionale nella storia dell'umanità se riesce a gestire il limite più difficile: far tacere l'ego e comportarsi con umiltà e modestia, vivendo una vita semplice.

Torna su

 
 

PiscesAdar (Pesci)

Il segno dei Pesci completa il ciclo astrologico che inizia con l'Ariete. È la colonna centrale dei segni d'acqua ed è governato da due pianeti, Giove e Nettuno.

Giove governa due segni, i Pesci e il Sagittario. Questi due mesi, Adar e Kislev, sono caratterizzati dagli straordinari miracoli avvenuti grazie all'energia di Giove. Il Sagittario è legato al miracolo di Chanukkà. Adar è legato al miracolo di Purim, ad opera di Ester, Mardocheo e l'unione degli ebrei a Susa, in Persia. Questa unione e lo sforzo incondizionato di condivisione di massa hanno fatto compiere il miracolo che ha impedito lo sterminio degli ebrei in Persia, sotto il regno di Achashverosh.

Giove è il pianeta del successo, dei miracoli, dell'espansione del vaso metafisico e della nostra capacità spirituale.

Il secondo pianeta che governa i Pesci, Nettuno, è stato scoperto solo nel XIX secolo e governa l'astratto; il pianeta stesso non ha confini né limiti, essendo circondato da gas. Governa l'intuizione, l'immaginazione, la creatività e l'arte. Ci dà la capacità di vedere e comprendere al di là dei cinque sensi.

I due pianeti donano ai Pesci una grande capacità emotiva. I Pesci sono estremamente sensibili e vulnerabili e hanno un intuito superiore rispetto a tutti gli altri segni. Sono persone molto profonde, quando si tratta di esprimere opinioni, pensieri o come fonti di ispirazione. I Pesci hanno un sorprendente talento, riescono ad entrare nel cuore e nella mente di una persona e provare il dolore e la sofferenza degli altri.

Hanno la capacità metafisica di predire il futuro e spesso sono sensitivi o chiaroveggenti. Molti Pesci hanno talento per la matematica, la scienza e la metafisica (Albert Einstein era dei Pesci). Questo segno è rappresentato da due pesci che nuotano in direzioni opposte. Il pesce che nuota controcorrente simboleggia lo straordinario potenziale dei Pesci. Possono essere "squali", capi forti e carismatici con un chiaro senso del comando e capaci di guidare un'intera nazione, come Mosè, anch'egli dei Pesci. Ma i Pesci che preferiscono seguire la corrente possono essere persone deboli che si fanno facilmente trasportare e sono inclini alla dipendenza.

Adar è noto per la festività ebraica di Purim. Secondo i saggi, sarà l'unica festività ad essere celebrata in tutto il mondo dopo l'avvento del Messia. Un famoso detto ebraico dice: "Da quando inizia il mese di Adar aumenta la gioia". È un mese di felicità, miracoli e meraviglie. Ci offre la possibilità di applicare il dominio della mente sulla materia, di vincere i nostri dubbi e di connetterci alla Luce.

Adar è l'unico mese che si ripete nello stesso calendario. Infatti, a causa della differenza tra l'anno lunare e l'anno solare, i saggi hanno aggiunto un ulteriore mese ebraico all'anno lunare per equilibrarli. Questa circostanza si verifica casualmente 7 volte ogni 19 anni. In questi casi, riceviamo una dose in più di quella potente energia. Adar è l'ultimo mese femminile ed è il sesto mese a partire dalla Bilancia e dal nuovo anno cabalistico. Il numero 6 rappresenta Yessod, l'emanazione luminosa che trasferisce l'energia a Malkhut (il nostro regno), perciò Adar ci da maggiore possibilità di diventare canali per gli altri.

Torna su

http://www.facebook.com/kabbalah.italia  Contattaci

logo